Yoga:

Lo Yoga non ha bisogno di adattamenti , E’ UN SISTEMA DI VITA e, come tale, ogni persona Vi si approccia come alla Vita, con le proprie capacità e possibilità.

Ogni cosa che si svolge con consapevolezza, rispetto, presenza, attitudine, sia nei confronti dei nostri simili, sia nei confronti della natura è Yoga.

Rispettare il PIANETA e tutte le sue creature è Yoga.

Non ferire gli altri nel corpo e nei sentimenti è Yoga..

AVERE UNA CORRETTEZZA ETICA nei confronti di ciò che ci circonda e di ciò che la Vita ci mette a disposizione è Yoga.

Le qualità primarie di uno Yogi sono: Rispetto, Consapevolezza, Discernimento, Senso di Responsabilità.



c8684cae-fee9-4219-b1c3-96b07b34e639JPG




Altre attività
Pūjā:


Presso la religione induista, Pūjā (dal sanscrito reverenza) è un termine che genericamente indica un atto di adorazione verso una particolare forma della Divinità ( nel nostro caso la Luna), che può esprimersi in un'offerta, un culto, una cerimonia o un rito. Esistono molti tipi di Puja, la celebrazione di una Puja può essere accompagnata dal canto di mantra o inni sacri, la Puja riveste un ruolo molto importante anche a livello esoterico; ogni gesto, movimento o parola pronunciata ha infatti un ben preciso significato simbolico, e corrisponde all'ottenimento di uno specifico beneficio, sia esso spirituale, intellettuale o fisico.


20190206104419_00001jpg

Calendario Puja >

Costellazioni famigliari:

Dott.ssa Clelia Perin

Nel mio cammino della conoscenza posso affermare che: il mio salto di consapevolezza è stato il mio incontro con Bert Hellinger, quindi la mia vita prima di Bert e la mia vita dopo Bert. L’integrazione della psicologia, con l’antroposofia, lo studio della psicobiologia e la psicogenealogia, lo studio della cabala, integrando le costellazioni familiari. Tutto questo è stato per me una grandiosa sintesi. L’umana imperfezione che diventa opportunità evolutiva, in questo terreno di incontro e possibile diventare consapevoli in che misura stiamo vivendo pienamente la nostra vita, oppure se stiamo vivendo la vita di persone del nostro albero genealogico. In che misura stiamo cercando di compensare le carenze, le ingiustizie, i problemi che le persone che vengono dal nostro passato non hanno risolto nella loro vita. Sta a noi andare a rivisitare gli intrighi doppi che ci sono nella nostra famiglia, che ancora oggi ci aspettano alla vita, perché se è vero che tutto ciò che riguarda biologia, le così dette malattie, che sono la soluzione biologica di conflitti biografici, che corrono tutti sul binario fondamentale della dimensione del nostro giusto anelito alla libertà di esistere per come siamo, per quello che vogliamo, per realizzarci, e lo stridore di questo anelito con il modello genealogico con cui siamo inseriti. Tutta la nostra sofferenza è dovuta al divieto di essere noi stessi che ci da la famiglia e all’obbligo di essere come ci dice la famiglia.  Ed è così che il bambino interiore condizionato prende il sopravvento sull’adulto sul livello di coscienza che siamo, diventare il centro della propria vita dal giusto posto, come unici responsabili. Con la grande benedizione di comprendere che non esiste una colpa perché tutti sono stati bambini.

 

Reiki:

Reiki è una disciplina spirituale che consiste in una serie di attivazioni energetiche che hanno lo scopo di facilitare ed aumentare progressivamente e gradualmente il passaggio di energia vitale attraverso il nostro sistema psicofisico.

E’ un bellissimo metodo di Risveglio dello Spirito, Crescita Personale, Autoguarigione e dono immenso d’ Amore verso gli altri.

Aiuta a riportare totale Riequilibrio Energetico, è in grado di individuare e sciogliere le cause dei blocchi fisici e psichici infondendo energia e benessere, nutre la coscienza che, risvegliata, è finalmente in grado di ampliarsi oltre i limiti che la mente le ha imposto.

Reiki, è una tecnica, priva di controindicazioni, capace di coadiuvare e supportare qualsiasi terapia e trattamento, di medicina tradizionale e naturale.

RICORDATE: “ Il Metodo Spirituale del Reiki non cura semplicemente le malattie, ma porta equilibrio nel corpo e nello Spirito, stimola le innate capacità di autoguarigione dell’ organismo e aiuta a raggiungere la Felicità.” Dr. Mikao Usui


Anahata Sadhana:

Tutte le grandi tradizioni religiose sono attraversate dall‘ intuizione che il tempo propizio dell’anima sta alle prime ore del mattino, dalle 4 alle 7. Chi sta in un cammino di conoscenza non può esimersi dall’utilizzare al meglio questo tempo,per mettere nel crogiolo del sadhana le parti più profonde dell’anima. La Sadhana prevede l'integrazione di Mantra, Mudra, Meditazioni con la progressiva attivazione dei sette chakra che regalano in dono una grande intensità energetica . Manipura,luogo della forza e della determinazione,e Ajina, luogo della consapevolezza e del discernimento, tentano l incontro al centro del Cuore, tempio dello Spirito Individuale. Schiudere il cuore richiede contemporaneamente la Forza che sostiene e la Consapevolezza che vede e discrimina.Inizieremo con la ripetizione del Nome sommo del divino e concluderemo con un Gurupranam di devozione e domanda. Affidiamo il nostro piccolo intento alla grazia, dono che giunge se i nostri faticati risvegli saranno il tirocinio dell’Abbandono.



Presentazione nuovi corsi Yoga

Da Lunedì 14 Settembre


Copyright ©2014, Tutti gli altri marchi sono proprietà dei rispettivi possessori.